Ecco i 4 anni più deprimenti della tua vita, secondo la scienza

Pubblicato su
di Emma Gallo

Scopri i 4 anni più deprimenti della tua vita, rivelati dalla scienza!

La vita è un susseguirsi di alti e bassi, di eventi felici e infelici. Tuttavia, secondo alcune ricerche scientifiche, ci sono periodi della nostra esistenza particolarmente difficili da vivere. In questo articolo ti sveleremo questi quattro anni durante i quali molto probabilmente sarai giù di morale.

Primo anno critico: tra i 20 e i 21 anni

Raggiungere l’età adulta non è facile. In effetti, la scienza dimostra che i giovani adulti spesso attraversano una fase difficile quando raggiungono i vent’anni. Ciò può essere dovuto a diversi fattori:

  • L’uscita dalla casa familiare e l’empowerment necessario per vivere da soli
  • L’inizio dell’istruzione superiore o della vita lavorativa che richiede un investimento significativo
  • Le prime esperienze amorose serie che sconvolgono i parametri emotivi
  • Nuove responsabilità legate al lavoro, alle finanze e alle relazioni sociali
Leggi anche :  I 7 comportamenti che tradiscono una personalità intimidatoria senza saperlo

Tutti questi cambiamenti possono causare un periodo di stress emotivo durante questo primo anno cruciale.

Come possiamo vivere al meglio questa transizione?

Per superare questa difficile fase è possibile adottare alcune semplici strategie:

  1. Dedica tempo a te stesso e ai tuoi hobbyper distrarsi e mantenere un buon equilibrio mentale
  2. Sviluppare relazioni amichevoli e improvvise con creare una rete di sostegno
  3. Mantieni i contatti con la famiglia e chi ti circonda di origine, perché il loro sostegno è prezioso in questi tempi complicati
  4. Sapersi concedere una pausa e non preoccuparsi troppo, perché questa fase è parte integrante della vita

Secondo anno impegnativo: 30 anni

La fine dei vent’anni e l’inizio dei trenta possono essere un periodo complicato per alcune persone. Uno studio scientifico ha dimostrato che soprattutto le donne riferiscono di provare un marcato “blues” quando raggiungono i trent’anni.

Le ragioni di questa lentezza?

  • Un’osservazione sugli obiettivi personali e professionali che non sono stati raggiunti
  • Pressione da parte della società o dei propri cari per realizzare determinate cose (come creare una famiglia)
  • Affrontare i primi segni dell’invecchiamento e la sensazione del tempo che passa
  • Valutazioni e domande sulle priorità nella tua vita
Leggi anche :  Gli 8 segni innegabili che indicano una maggiore maturità emotiva

Modi per rimettersi in carreggiata

Cosa possiamo fare per contrastare questo periodo delicato? Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Riconsidera i tuoi obiettivi e le tue ambizioni, modificandoli se necessario
  2. Concediti il ​​tempo per riflettere e accettare i cambiamenti nella tua vita
  3. Prenditi cura del tuo corpo e della tua mente, in particolare attraverso lo sport o la meditazione
  4. Non cedere alle pressioni esterne e lascia parlare i tuoi sentimenti, i tuoi desideri

Terzo anno complicato: 45 anni

La fase di mezza età segna spesso l’inizio della “crisi di mezza età”. Questa fase può coincidere con diversi fattori stressanti quali:

  • Una sensazione di insoddisfazione personale o professionale
  • Responsabilità familiari (coniuge, figli) che pesano sulle tue spalle
  • Consapevolezza dell’invecchiamento accelerato e del minor numero di anni
  • Avvertimenti precoci sulla salute, con il corpo che invia segnali più deboli

Per comprendere meglio questo periodo

Per alleggerire il peso di questo difficile terzo anno puoi:

  1. Dai uno sguardo realistico a ciò che hai realizzato finora e accetta i tuoi risultati
  2. Concentrati su ciò che ti resta da vivere piuttosto che sui rimpianti del passato
  3. Mantenere una vita sociale attiva e coltivare amicizie arricchenti
  4. Intraprendi progetti che ti entusiasmano per riscoprire il gusto dell’avventura
Leggi anche :  I 7 comportamenti che tradiscono una personalità intimidatoria senza saperlo

Quarto anno critico: 65 anni

L’arrivo dell’età pensionabile può essere sinonimo di una nuova fase depressiva, soprattutto per i cambiamenti significativi che comporta:

  • La percezione di non essere più utili socialmente o professionalmente
  • Gestire una nuova vita senza lavoro e talvolta senza punti di riferimento familiari (figli scomparsi, coniuge deceduto)
  • Problemi di salute dovuti all’età che stanno diventando una realtà inevitabile
  • Preoccuparsi per l’incertezza del futuro e per l’incombente fine della vita

Affrontare questo difficile quarto passo

Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio questo periodo di transizione:

  1. Pianifica in anticipo la tua pensione, per anticipare le tue esigenze finanziarie, pratiche e relazionali
  2. Sviluppa nuove passioni e attività per riempire di entusiasmo le tue giornate
  3. Rimani impegnato nella società (volontariato, club, associazioni) per mantenere un sentimento di appartenenza
  4. Fai il punto della tua vita e rallegrati di ciò che hai realizzato, pur mantenendo una visione ottimistica per gli anni a venire

La scienza ci dice che ci sono periodi nella nostra vita in cui abbiamo maggiori probabilità di essere depressi. Tuttavia, essendo consapevoli di questi momenti chiave e adottando alcuni semplici consigli, potremo affrontare meglio queste fasi difficili e continuare a godere appieno della nostra esistenza.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Gallo
Emma è un'autrice che unisce la sua passione per l'astrologia con la ricerca di astuzie pratiche nella vita quotidiana. Con uno stile narrativo che intreccia misticismo e realtà, Emma guida i suoi lettori attraverso un viaggio di scoperta personale, offrendo consigli astrologici e trucchi utili. La sua abilità nel collegare gli eventi astrali con consigli pragmatici fa di lei una voce unica nel suo campo, ispirando e illuminando chi cerca di navigare la vita con una maggiore consapevolezza.
Wellteca » Psicologia » Ecco i 4 anni più deprimenti della tua vita, secondo la scienza