Conosci queste 8 tradizioni natalizie più insolite nel mondo?

Pubblicato su
di Emma Gallo

Scopri le 8 tradizioni natalizie più insolite nel mondo e lasciati stupire dalle festività fuori dall'ordinario!

Il periodo natalizio è generalmente associato ai valori universali della condivisione, dell’amore e della gioia. Tuttavia, in tutto il mondo esistono usi e costumi piuttosto sorprendenti legati a questa celebrazione. Scopri queste 8 tradizioni natalizie fuori dal comune che potrebbero farti venire voglia di scoprire nuove culture.

1. La Befana in Italia

Questa tradizione italiana risale ai tempi dell’Impero Romano. Invece di Babbo Natale, i bambini aspettano la visita di la Befana, una vecchia che viaggia su una scopa. Secondo la leggenda, durante il passaggio dei Re Magi, la Befana si rifiutò di accompagnarli all’incontro con Gesù bambino. In compenso ora distribuisce doni ai bambini durante la notte dell’Epifania, il 6 gennaio. I più piccoli lasciano i calzini appesi al camino e sperano che si riempiano di dolci e giocattoli.

2. Gli elfi dispettosi dell’Islanda (Yule Lads)

In Islanda, non meno di 13 elfi burloni vengono a visitare i bambini durante i tredici giorni prima di Natale. Ogni notte, un elfo conteso scende dalla montagna per fare regali o fare brutti scherzi a seconda del comportamento dei bambini. Questi elfi, chiamati Yule ragazzisono molto popolari nella cultura islandese e diverse canzoni li descrivono come goffi e dispettosi.

3. La tradizione Kiviak in Groenlandia

In Groenlandia, il cibo gioca un ruolo importante durante le festività natalizie. Tra questi piatti tradizionali c’è il Kiviak, un’insolita preparazione culinaria a base di uccelli marini fermentati. Per fungere da Kiviak, gli abitanti della Groenlandia inseriscono gli uccelli (chiamati piccoli pinguini) interi – piume comprese – in una pelle di foca e poi lasciano il tutto a fermentare per diversi mesi sottoterra. Questo piatto viene consumato in famiglia durante i pranzi festivi di Natale.

4. La Caga Tió in Catalogna (Spagna)

In questa regione situata nel nord-est della Spagna, le famiglie festeggiano il Natale con l’insolita tradizione del Caga Tió, letteralmente “il ceppo che defeca”. I bambini devono prendersi cura di un tronco sormontato da una faccia sorridente e coperto con una coperta per tenerlo al caldo. Dall’8 dicembre fino a Natale, i bambini nutrono quotidianamente il tronco con frutta secca prima di colpirlo vigorosamente con dei bastoncini il giorno della festa. Il “Caga Tió” svela poi al suo interno dolcetti e regali per i bambini che si sono comportati bene.

5. Scarpe di Natale in Francia

In Francia, la vigilia di Natale, è usanza che i bambini mettano le loro scarpe davanti al camino, sperando che vengano riempite di doni da Babbo Natale o dalla sua compagna Mamma Natale. Questa tradizione deriva da una leggenda secondo la quale San Nicola, patrono degli scolari, visitava ogni casa per offrire doni ai bambini buoni. Oggi, questa usanza, che si perpetua da diversi secoli, ispira ancora l’immaginazione dei piccoli francesi.

6. La corsa dei Krampus in Austria

Mentre alcuni paesi festeggiano con gioia l’arrivo di Babbo Natale con le sue renne e la sua slitta, l’Austria si prepara ogni anno ad accogliere un’orda di spaventose creature: i Krampus. Questi mostri demoniaci camminano per le strade in parate chiamate Krampuslauf punire i bambini disobbedienti. Vestiti con pelli di animali e armati di rumorosi campanelli, compaiono nei villaggi per spaventare gli abitanti e ricordarci che il periodo dell’Avvento è propizio alla riflessione prima del Natale.

7. Il rito del mulo in Norvegia

Durante il periodo natalizio in Norvegia i lavori agricoli hanno un aspetto molto particolare: una delle tradizioni prevede che i muli e i cavalli vengano spazzolati a lungo per infondere loro felicità e fertilità durante tutto l’anno. Gli agricoltori mettono anche rami di agrifoglio vicino alle stalle per proteggere i loro animali dagli spiriti maligni durante questo periodo magico.

8. Il famoso polpo di Natale in Portogallo

La vigilia di Natale è caratterizzata dal pasto tradizionale chiamato Consoada, dove le famiglie portoghesi si riuniscono per condividere una cena a base di merluzzo o frutti di mare, in particolare polpo. Quest’ultimo è considerato un piatto di lusso e viene spesso consumato con patate lesse, verze e fette di pane dorate. Questa consuetudine culinaria punta così i riflettori su questo cefalopode, tanto amato sulla tavola delle feste.

Al di là delle classiche decorazioni per l’albero, ghirlande e altre palline di Natale, il mondo è pieno di tradizioni sorprendenti e affascinanti. Dall’Italia alla Catalogna passando per la Groenlandia e l’Islanda, non è mai troppo tardi per scoprire queste usanze insolite che costituiscono la ricchezza culturale del nostro pianeta.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Gallo
Emma è un'autrice che unisce la sua passione per l'astrologia con la ricerca di astuzie pratiche nella vita quotidiana. Con uno stile narrativo che intreccia misticismo e realtà, Emma guida i suoi lettori attraverso un viaggio di scoperta personale, offrendo consigli astrologici e trucchi utili. La sua abilità nel collegare gli eventi astrali con consigli pragmatici fa di lei una voce unica nel suo campo, ispirando e illuminando chi cerca di navigare la vita con una maggiore consapevolezza.
Wellteca » Stile di vita » Conosci queste 8 tradizioni natalizie più insolite nel mondo?